chi Lab 121

Claudio Autelli


claudioRegista. Direttore artistico dell’Associazione culturale LAB121 di Milano.
Laureato in Discipline Economiche e Sociali presso L’Università Commerciale “Luigi Bocconi”, si diploma in Regia Teatrale presso la Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano nel 2005.
Nel triennio 2006/09 è regista residente del Teatro Litta Stabile d’Innovazione di Milano all’interno del progetto “Work in Progress” patrocinato dall’Ente Teatrale Italiano.
Nel biennio 2010/12 partecipa al Progetto “L’isola della pedagogia” (Premio Ubu 2013). Corso di Pedagogia della Scena organizzato da Fondazione Venezia, diretto dal Maestro Anatolij Vasiliev.
Collabora con diverse realtà nazionali come:
– Teatro Litta Stabile d’Innovazione di Milano, per il quale ha messo in scena “Antigone” di J. Anouilh, (2007) “L’amante” di H. Pinter (2009), e “Otello” di W. Shakespeare, vincitore nel 2008 del premio “Nuove Creatività” indetto dall’ETI.
– Centro di Ricerche Teatrali di Milano (CRT) con il quale ha progettato e diretto lo spettacolo “La licenza” (2008) e nel 2010 “La morte di Ivan’Ilic” tratto da Lev Tolstoj.
– Fondazione Pontedera Teatro per il quale nell 2011 ha messo in scena un adatttamento da “Romeo e Giulietta” di W. Shakespeare, con e T. Litta di Milano e LAB121.
– Fondazione Teatro Fraschini di Pavia. Ha diretto una masterclass per gli attori diplomati della loro scuola arrivando a mettere in scena “Risveglio di Primavera” di F. Wedekind, in scena nel 2013 al T. Out Off di Milano.

Ha lavorato come assistente regista per Emma Dante e Antonio Syxty. Per LAB121 ha curato la regia de:
– “L’Insonne” tratto da “Ieri” di A. Kristof co-prodotto da CRT – Milano. Debutto al Teatro dell’Arte di Milano a febbraio 2014.
Vincitore del premio nazionale IN-BOX 2015 e selezione “Visionari” di Kilowat Festival 2015. Attualmente in tournée in diverse città d’Italia e invitato a numerosi festival come :Festival delle colline torinesi 2016, Teatri di vetro 2015, Operaestatefestival 2015.
– “L’inquilino del terzo piano” Tratto dal romanzo di Roland Topor. Produzione LAB121 con il sostegno di E45 Napoli Fringe Festival 2015 e MTM Teatro Litta di Milano. Anteprima a Castel Sant’Elmo, Napoli. Giugno 2015. In tournée.
In cantiere:
– “Ritratto di donna araba che guarda il mare” di Davide Carnevali. Testo vincitore del Premio Riccione 2013. Prod. LAB121 con il sostegno di Premio Riccione per il teatro e NEXT 2015. Anteprima a dicembre 2016. In Tournée nel 2017. Piazze principali: Roma Teatro Orologio (aprile 2017) e Milano (giugno 2017).

All’attività di regista si affianca da tempo quella di insegnamento collaborando con diverse realtà teatrali nazionali.
Nel 2012 partecipa al Laboratorio internazionale della Biennale Teatro di Venezia coordinato da Luca Ronconi su “Questa sera si recita a soggetto” di L. Pirandello.
Nel 2014 ha condotto un percorso di perfezionamento per la scuola di specializzazione “Società filodrammatica piacentina”, mettendo in scena al Teatro Filodrammatici di Piacenza, “Lysistrata/Occupyeverything”.
Nel 2014 ha collaborato alla conduzione del “Workshop internazionale di teatro d’ombre” organizzato da Teatro Gioco Vita e diretto da Fabrizio Montecchi.
www.claudioautelli.it

Cristina Pileggi


Cristina PileggiUfficio Stampa e Comunicazione dell’Associazione culturale LAB121 di Milano.
Inizia la propria carriera professionale durante gli studi universitari (Università degli Studi di Milano), lavorando come ufficio stampa e comunicazione e organizzazione di eventi per le aziende presso l’Agenzia di Comunicazione SGP diretta dal professore Mauro Pecchenino con il quale partecipa anche alla stesura del libro sulla case history aziendale di Euromobil “Gruppo Euromobil. Un’impresa di design tra Arte e Sport”.
Termina gli studi con un periodo di ricerca all’estero tra Glasgow ed Edimburgo sulla nascita del National Theatre of Scotland.
Nel 2007, subito dopo la laurea specialistica, inizia la sua collaborazione con il Teatro Litta di Milano in qualità di ufficio stampa e promozione. Negli stessi anni lavora per Fondazione Cariplo come addetto stampa del progetto LAIV (dal 2008 al 2012) e collabora  con diverse compagnie teatrali, festival, rassegne e con l’agenzia di comunicazione Freedot partecipando alla creazione e promozione di eventi culturali ed aziendali.
Dal 2010 è giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dell’Ordine dei Giornalisti di Roma.
Dal 2011 al 2013 lavora come ufficio stampa presso la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano in occasione del lancio del progetto di fund raising “Adotta una guglia” e successivamente come ufficio stampa, web editor e Social Media Manager per la Galleria Carla Sozzani e 10 Corso Como (fotografia moda, arte).
Oggi lavora nella unit RCS Live in qualità Senior Account e Communication Manager  delle Brand Partnership degli eventi del gruppo RCS. È socia dell’Associazione Culturale LAB121 per la quale cura la promozione e la comunicazione.

Mariano Furlani


Mariano FurlaniVeronese di nascita, vive a Milano dove ha studiato.
Direttore artistico di Estate Fiesolana (1999/2003), Direttore artistico di OperaFestival Giardino di Boboli, Palazzo Pitti a Firenze (2004/2007).
Come regista d’opera e di prosa ha lavorato in molti teatri, tra gli altri Fondazione Arena di Verona, Festival Puccini di Torre del Lago, Taormina Arte, OperaFestival di Firenze, Abbazia di San Galgano a Siena, Teatro Nacional de La Havana, Teatro Stabile di Verona, Teatro Sociale di Trento, Teatro Litta di Milano, Teatro Stabile di Genova.
Visiting Professor (staging opera) per la Don Wright Faculty of Music, Western University (West Ontario Canada). Docente di regia e recitazione presso Scuole e Accademie in Italia. Presidente del Concorso nazionale di Regia Fantasio Piccoli di Trento.
Critico cinematografico e teatrale per Duellanti, Controcanto, Drammaturgo per AterBalletto.
E’ Fondatore e Direttore didattico dello spazio LAB121, centro di formazione e produzione teatrale a Milano.

Raffaele Rezzonico


Raffaele RezzonicoLavora come drammaturgo e autore per il teatro e il cinema della realtà e come ideatore e conduttore di interventi di formazione e arte partecipata.
Fra i suoi ultimi lavori La Soglia Giardino (teatro-danza, di e con Raffaele Rezzonico e Flora Vannini), L’insonne, (teatro, regia di Claudio Autelli – Premio Inbox 2015), Ninì (film, regia di Gigi Giustiniani – Genziana d’oro al Trento Film Festival 2015), Milena (teatro, con Elisa Bottiglieri – Premio Intransito 2014), Montagna dei Vivi (film, regia di Gigi Giustiniani, pp Festival Visions du Réel, Nyon, 2013), Milano 55.1 – Cronaca di una settimana di passioni (f.c. Festival Locarno 2011), La morte di Ivan Il’ic (teatro, Teatro dell’Arte di Milano, 2010).
È laureato in Lettere Classiche e ha un dottorato di ricerca in Neuroscienze cognitive.
È socio fondatore di Associazione Mirmica (interventi di teatro sociale) e di La Fournaise (produzione cinematografica).

Francesco Villano


francesco-villanoAttore e regista. Dal 1991 studia danza contemporanea con Gloria Pomardi. Nel 2000 si diploma all’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma. Nel 2002 partecipa all’Ecole des Maitres, scuola internazionale di perfezionamento teatrale, guidato da Denis Marleau e Jan Fabre. Lavora continuativamente in teatro con J. S. Sinisterra, D. Iodice, E.Dante, A. Latella, C. Rifici, P. Sepe, S. Sinigaglia, G. Cobelli, C. Autelli, L. Colavero, C. Inesi, B. Duhm, A. Fabrizi. Con Per Amleto di M. Dalisi vince il Premio Dante Cappelletti 2007 e con Otello di C. Autelli il premio Nuove Creatività E.T.I. 2009. Nel 2010 fonda con Marco Cacciola e Michelangelo Dalisi la compagnia InBalia. Nel 2011 debutta nella regia con Piccoli Pezzi Poco Complessi di Magdalena Barile e Sonata per ragazza sola, omaggio a Irene Nemirovskj.